Get In Touch
Piazza Borgo Pila, 40/56
16129 Genova
info@gmgnet.com

Creare ecommerce: tutto quello che devi sapere

Stai pensando di portare il tuo negozio online ma non sai come creare un ecommerce?

Ti piacerebbe avviare un attività di vendita online ma non sai da dove partire per realizzare un sito ecommerce?

Che si tratti dei creare la versione digitale del tuo negozio fisico o di creare un negozio online da zero, se il tuo intento è quello di creare ecommerce, allora sei nella pagina giusta.

Continua a leggere questo articolo per conoscere tutto quello che c’è da sapere sulla creazione di siti ecommerce.

Che cos’è un ecommerce?

Come sempre partiamo dalle basi: è importante capire di che cosa parliamo quando ci riferiamo ad un ecommerce.

Un ecommerce è un complesso di transazioni – realizzate tramite la rete Internet – di acquisto e vendita di beni e servizi da parte di un compratore ed un venditore.

Questa è la definizione offerta da Wikipedia che descrive in senso stretto l’essenza dell’ecommerce.

Tuttavia dobbiamo aggiungere che, a partire da questa definizione di base, negli anni il termine “ecommerce” si è evoluto, assumendo gradualmente un significato ulteriore.

Infatti nella maggior parte dei casi oggi alla domanda “che cos’è un ecommerce?” si risponde comunemente nel modo che segue.

Un ecommerce è un sito web all’interno del quale l’utente può consultare un catalogo di beni e servizi, scegliere quello che desidera e completarne l’acquisto.

come funziona ecommerce

Ecommerce: come funziona?

Cerchiamo ora di capire come funziona un ecommerce, ovvero quali sono i meccanismi che permettono all’utente di acquistare ad esempio un capo di abbigliamento di un catalogo online, di pagarlo tramite un metodo di pagamento prescelto e magari anche di riceverlo comodamente a casa.

Come detto un ecommerce è un sito web che di norma è composto da una home page e da diverse pagine interne.

La home page fornisce all’utente un assaggio di ciò che potrà trovare all’interno dell’ecommerce: solitamente in questa pagina sono presentate le principali categorie di prodotti e servizi, eventuali offerte speciali e maggiori informazioni sui metodi di pagamento.

Nelle pagine interne dell’ecommerce sono collocati i cataloghi digitali dei prodotti, spesso raggruppati per categorie.

Nella maggior parte dei siti ecommerce è poi possibile accedere alle cosiddette pagine prodotto: qui l’utente può leggere maggiori informazioni, vedere video di presentazione del prodotto o servizio, effettuare dei confronti con prodotti simili.

Infine può decidere di mettere il prodotto nel carrello. Quest’azione permette all’utente di iniziare il processo di acquisto.

A questo punto il potenziale acquirente avrà la possibilità di:

  • selezionare un metodo di pagamento (di norma i principali sono carta di credito, carta prepagata, bonifico, PayPal, contrassegno);
  • inserire i dati relativi all’indirizzo al quale ricevere un prodotto fisico;
  • infine completare la transazione per l’acquisto.
come realizzare ecommerce

Come realizzare un sito ecommerce?

Sgombrato il campo da ogni dubbio sulle varie tipologie esistenti di ecommerce, veniamo ora ad uno dei punti focali di questo articolo: come realizzare un sito ecommerce.

Chiariamo subito un punto importante: esistono diversi metodi per creare ecommerce, ognuno con i suoi vantaggi e svantaggi. Spesso la scelta di un metodo piuttosto che di un altro dipende dall’obiettivo che ci si pone quando si pensa di creare un ecommerce.

Una prima distinzione che riteniamo di dover fare è quella tra la creazione di un ecommerce gratuitamente o a pagamento.

Devi sapere infatti che esistono delle piattaforme online che permettono di creare ecommerce in modo gratuito. Ne parleremo più diffusamente nel paragrafo “Ecommerce gratis: è possibile?” valutando l’opportunità di usufruire delle soluzioni gratuite proposte da web.

Per adesso ci concentriamo invece sulle soluzioni a pagamento.

Creare un ecommerce: valutazioni preliminari

Ci teniamo a precisare che prima di iniziare a creare un ecommerce è opportuno:

  • fare una valutazione complessiva (caratteristiche, competitor, prezzo, etc.) del prodotto o servizio che si vuole commercializzare online;
  • capire quali sono gli obiettivi a breve, medio e lungo termine;
  • definire i diversi metodi di pagamento;
  • individuare un magazzino per lo stoccaggio della merce;
  • decidere se dotare il proprio ecommerce di un servizio di spedizione.

Si tratta di valutazioni preliminari che però forniscono dei dati molto chiari ed essenziali per la realizzazione dell’ecommerce e in primo luogo per la definizione della sua struttura.

La struttura dell’ecommerce

Senza una struttura, uno scheletro di base non è possibile nemmeno valutare un aspetto fondamentale per la creazione di un ecommerce: la piattaforma su cui questo poggerà.

Cerchiamo di spiegare meglio questo punto.

Un negozio online può sorreggersi su diverse fondamenta:

  • il suo sviluppo può partire da zero con l’obiettivo della realizzazione di un progetto completamente personalizzato e disegnato ad hoc sulle esigenze del commerciante;
  • in alternativa è possibile affidarsi ad alcuni software CMS (Content Management System) quali ad esempio PrestaShop, Magento, Woocommerce (quest’ultimo è un plugin di WordPress) che forniscono una struttura preimpostata sulla quale installare e personalizzare il proprio ecommerce.

Va aggiunto che entrambe le soluzioni, oltre al vero e proprio sito ecommerce, devono essere accompagnate dall’acquisto:

  • del dominio ovvero – in parole povere – dell’indirizzo web tramite il quale “chiamare” il sito web in rete (per capirci il nomedominio.it)
  • dell’hosting, cioè lo spazio sul quale archiviare tutte le diverse pagine e contenuti del proprio sito ecommerce.

La strada dell’utilizzo di un CMS per la creazione di ecommerce è senza dubbio la più battuta: vediamo allora insieme i principali software ecommerce.

Vuoi creare il tuo ecommerce ma non sai come organizzare la struttura o i prodotti?

Compila il form per inviarci una richiesta e chiarirti le idee!

software ecommerce

Software ecommerce: quale scegliere?

Come anticipato, i Content Management System (in italiano sistemi di gestione dei contenuti) sono dei software creati allo scopo di agevolare la gestione di siti web “normali” o ecommerce: in che senso?

La funzione principale dei CMS è di permettere all’utente amministratore di creare, modificare o eliminare contenuti in modo semplice e intuitivo all’interno dell’ecommerce.

I principale software CMS per ecommerce che prenderemo in considerazione in questa sezione sono:

  • PrestaShop
  • Magento
  • Woocomerce (come detto, si tratta propriamente di un plugin di WordPress).

Vuoi saperne di più su questi CMS per ecommerce? Analizziamoli insieme uno alla volta.

PrestaShop

PrestaShop, di cui abbiamo scritto anche una breve guida introduttiva, è un software open source pensato proprio per il commercio elettronico.

Caricamento dei contenuti, definizione dell’architettura del negozio online, impostazione del menu e creazione di categorie e pagine prodotto: PrestaShop ti offre la possibilità di occuparti di tutte queste operazioni in modo semplice e intuitivo.

Parliamo ora di personalizzazione: ogni negozio virtuale ha le sue esigenze e potrebbe essere necessario fare delle modifiche alla struttura originaria dell’ecommerce offerto da questo CMS. Nessun problema con PrestaShop: questo software è tra i migliori per l’aspetto della personalizzazione della struttura dell’ecommerce.

Di alto livello è anche la sicurezza, un profilo sempre più importante per i siti web e in particolare per gli ecommerce che conservano al loro interno i dati sensibili degli utenti che fanno acquisti online. PrestaShop si avvale di certificati di sicurezza SSL per le comunicazioni e le transazioni.

Ideale per lo sviluppo di siti ecommerce di piccole e medie imprese (ma non solo) PrestaShop spicca tra i software di Content Management System.

Se PrestaShop è il CMS ecommerce che fa per te, scopri i 7 consigli per aumentare le prestazioni

Magento

Una buona alternativa a PrestaShop è il software open source Magento.

Si tratta di un CMS molto potente, probabilmente più adatto a grandi aziende ed a progetti di commercio elettronico davvero strutturati. Nonostante l’impianto piuttosto massiccio, Magento dimostra un buon grado di flessibilità soprattutto nella parte dedicata alla gestione delle spedizioni.

Magento offre anche la possibilità di personalizzare la propria struttura in funzione delle esigenze del commerciante che si avvale di questa piattaforma web studiata per gli ecommerce più imponenti.

Woocommerce

Con Woocommerce bisogna esser chiari.

Non si tratta di un vero e proprio CMS.

Woocommerce è un plugin, ossia un modulo che può essere aggiunto al proprio sito costruito con WordPress.

Questo plugin permette di “trasformare” un semplice sito web in un ecommerce.

Appare chiaro quindi che si tratta della soluzione più approssimativa, rispetto a quelle prospettate in precedenza, per la creazione di un negozio online tramite CMS: parliamo di un semplice plugin che può dotare il sito di alcune funzionalità base tipiche di un ecommerce.

Ne deriva che Woocommerce sia una buona soluzione per micro attività o per commercianti agli inizi della propria carriera online, con volumi di vendita bassi e cataloghi limitati.

Nonostante questi limiti, Woocommerce è uno strumento tra i più sfruttati per la sua semplicità di utilizzo e per essere parte dell’ecosistema WordPress.

Indeciso su quale CMS scegliere? Parlaci delle tue esigenze e scopri la piattaforma ideale per il tuo ecommerce!

Compila il form per inviarci una richiesta!

seo ecommerce

Seo per ecommerce

Ci siamo, hai finalmente trovato la piattaforma che fa per te, hai definito l’architettura delle informazioni del tuo sito, perfezionato le categorie e inserito i prodotti. Tutto a posto!

Ma c’è un ma…

L’ecommerce è fermo, le visite non decollano, il numero delle transazioni è molto basso…che fare in questi casi?

Senza dubbio è utile elaborare una strategia di digital marketing che possa supportare la promozione dell’ecommerce.

Un’attività che puoi mettere in campo per migliorare il posizionamento online del tuo ecommerce e di conseguenza dei tuoi prodotti: la SEO.

Come forse avrai già sentito, la SEO (acronimo che sta per Search Engine Optimization) è l’attività di digital marketing che punta a migliorare il posizionamento delle pagine di un sito o, come in questo caso, delle pagine prodotto di un ecommerce nelle ricerche che vengono effettuate sul re dei motori di ricerca: Google.

Il lavoro che deve essere fatto lato SEO su un ecommerce consiste principalmente in queste attività:

  • redazione dei testi (delle categorie, dei prodotti, etc.) che contengano le principali parole chiave legate ai prodotti o servizi in vendita;
  • lavoro costante sull’ottimizzazione dell’alberatura dei contenuti ovvero sulla struttura del negozio online;
  • realizzazione di schede prodotto semplici da leggere, originali e complete di keyword significative per il prodotto in questione;
  • ottimizzazione delle immagini lato SEO: tutte le foto dei prodotti (e non solo) che carichi sul tuo ecommerce devono rispettare determinate regole;

Quelle che abbiamo descritto sinora sono solo alcune delle attività imprescindibili lato Seo per ecommerce.

Vuoi saperne di più su questo tema? Non ne capisci molto e vorresti aiuto in quest’ambito?

Compila il form per inviarci una richiesta!

Foto per ecommerce

Le foto dei prodotti in vendita potrebbero sembrare un lato marginale nella progettazione di un ecommerce.

Sono invece fondamentali. Ti spiego subito il motivo.

Poniamo il caso di arrivare su ecommerce ben strutturato, con una grafica accattivante, categorie chiare e prodotti descritti perfettamente ma rappresentati da fotografie con poca luce, con una bassa risoluzione, dove magari è anche complicato capire quali siano le caratteristiche principali del prodotto.

Bene, compreresti un oggetto su questo ecommerce? Probabilmente, nonostante tutte gli aspetti positivi della piattaforma, saresti un po’ titubante.

Questo accade perché le foto sono un elemento di importanza capitale per un ecommerce: non devono solo rappresentare visivamente i prodotti in vendita ma devono anche trasmettere al potenziale acquirente la professionalità dell’ecommerce e più in senso lato la serietà e competenza del venditore.

Chiarito questo punto vediamo allora come devono essere le foto per ecommerce.

Le foto dei prodotti di un ecommerce (qualunque essi siano: dai prodotti alimentari sino all’abbigliamento) devono essere molto curate.
In generale possiamo dire che le foto per ecommerce devono:

  • essere di alta qualità;
  • mettere in risalto l’oggetto in vendita con i suoi principali dettagli;
  • attirare l’attenzione dell’utente.
costo ecommerce

Costo ecommerce: i fattori da considerare

Dopo aver fatto una valutazione complessiva sugli aspetti principali su come creare ecommerce, è giunto il momento di parlare di costi.

Quanto costa realizzare un ecommerce? Quali sono i fattori che vanno a comporre il costo di creazione di un negozio online?

Vediamo le voci di spesa principali per creare un sito ecommerce:

  • Dominio e spazio hosting
  • Software CMS. Nonostante spesso la loro acquisizione ed installazione sia definita come gratuita, esistono in realtà dei costi annessi (per esempio quelli per la gestione, per le funzionalità aggiuntive di cui nel concreto non si può fare a meno, per la consulenza nella risoluzione di problemi o nella personalizzazione del software. Discorso a parte per gli ecommerce per i quali viene richiesta una realizzazione da zero completamente personalizzata: in questo caso i costi saranno necessariamente più elevati.
  • Design: potresti optare per una grafica personalizzata e creata ad hoc o invece orientarti su un template già esistente con una differenza anche notevole di spesa in base alla scelta dell’una o dell’altra soluzione.
  • Promozione: la sponsorizzazione tramite annunci personalizzati e la cura del posizionamento del proprio sito sui motori di ricerca (SEO) deve essere programmata e posta in essere con metodo: affidarsi ad un’agenzia specializzata o ad un professionista esperto è fondamentale.
  • Foto: è importante affidarsi ad un fotografo professionista per la buona riuscita del catalogo fotografico dell’ecommerce.

In conclusione, è chiaro che non sia possibile definire a priori i costi complessivi per la creazione di un sito ecommerce. Ci sono molte variabili che incidono su tutte le voci di spesa sin qui elencate.

Quello che ci sentiamo di affermare su questo punto è che il budget minimo di partenza per creare un ecommerce non dovrebbe essere inferiore ai 2.000/3.000 euro.

Ovviamente stiamo parlando di una stima che tiene conto di quanto necessario per l’avvio di uno shop online molto basico.

I costi per la creazione di un ecommerce ti spaventano? Vorresti valutare una soluzione con prezzi chiari e senza sorprese?

Compila il form per inviarci una richiesta di preventivo!

Ecommerce gratis: è possibile?

Internet ne è pieno.

Di che cosa stiamo parlando?

Ovviamente delle soluzioni gratuite.

Anche per i negozi online il web propone soluzioni per realizzare ecommerce gratis, o quasi.

Devi sapere che esistono delle piattaforme che si propongono di aiutarti a mettere in piedi uno shop online senza aprire il portafoglio: Wix, Jimdo, Shopify, One Minute Site….l’elenco potrebbe andare avanti ancora molto.

In molti casi si tratta di soluzioni molto limitate da almeno due punti di vista:

  1. Gratis sì ma sino ad un certo punto: alcune di queste piattaforme offrono delle soluzioni gratis ma solo per periodi di tempo determinati o per volumi di vendita circoscritti.
  2. Gratis sì ma a quale costo? Questo genere di piattaforme si propongono di consegnarti un ecommerce fatto e finito con pochissimi passaggi e a costo zero. Appare chiaro che l’utente debba obbligatoriamente fare i conti con l’altra faccia della medaglia ovvero la scarsissima possibilità di personalizzazione e di modifica di strutture piuttosto rigide.

Se quindi da un lato questi siti di ecommerce gratuiti permettano a chiunque di aprire un negozio online in modo semplice e veloce, dall’altro hanno dei limiti importanti con cui è giusto confrontarsi prima di decidere di usufruire delle loro funzionalità.

Vuoi iniziare a vendere online?

Scarica l’ebook: “Creare un ecommerce è facile se sai come farlo”

Inserisci il tuo indirizzo mail e controlla la tua casella di posta (anche spam)

1 comment

  1. […] Stai progettando il tuo ecommerce ma non sai da dove cominciare? Leggi “Creare ecommerce: tutto quello che devi sapere“ […]